Il diario storico della IV Brigata Garibaldi

 

Diario IV Brigata garibaldi

 

Fu il Partigiano Sandro (Alessandro Negro) a regalarmi il diario,  a lui, lo aveva donato Isacco Nahoum, il Comandante della IV Brigata Garibaldi che operava prima in Val Luserna e poi nella pianura sottostante: Barge, Bagnolo, fino a Pancalieri,Virle, Vigone.  Nahoum, nome di battaglia: Milan (perché arrivava da Milano) fu tra i tanti che dopo l’otto settembre 1943  salirono sulle montagne. Scappato dalla metropoli lombarda per la sua attività antifascista, raggiunse Torino e tramite collegamenti clandestini, raggiunse Barge, dove si unì alle prime bande Partigiane create da Pompeo Colajanni (Barbato) sulle montagne delle Valli Po e Infernotto (il distaccamento garibaldino “Pisacane”), da cui si sarebbero poi sviluppate, brigate, divisioni e raggruppamenti di divisioni.  La struttura organizzativa doveva  essere di tipo militare tradizionale e prevedere una rigida gerarchia:
•    la Squadra – formata da dieci-venti uomini;
•    tre Squadre formano una Compagnia o Distaccamento;
•    tre Compagnie un Battaglione;
•    tre Battaglioni una Brigata;
•    tre Brigate una Divisione

Quando nel maggio 1944 Barbato assunse il comando della I Divisione Garibaldi Piemonte, Isacco Nahoum divenne comandante della IV Brigata.

Il diario, così come mi è stato regalato, , credo sia stato scritto successivamente ai fatti, redatto su fogli dattiloscritti, riporta in calce alcune correzioni, forse poteva essere il progetto per realizzare un libro

Rimane comunque uno dei documenti più importanti dell’ archivio della IV Brigata Garibaldi, è piuttosto un agenda in quanto non ci sono impressioni o commenti ma sono annotate tutte le operazioni fatte dalla Brigata.

Interessante il resoconto finale dell’attività, 186 azioni compiute, 15 rastrellamenti affrontati, 85 nemici catturati, 340 nemici uccisi in combattimento. Distrutti: 50 aerei (quasi tutti nello spettacolare blitz  di Murello), 4 carri armati, 2 autoblindo, 25 camion, 10 locomotive con 60 vagoni (spesso trasportavano armi e viveri da e per la Germania), 5000 metri di binari ferroviari. 1 stazione radio catturata (a Virle Piemonte).

Da parte Partigiana 125 furono i caduti e 58 i mutilati o invalidi.

Diario 1

Annunci

Informazioni su labottegadelciabattino

Sono un curioso del XX secolo
Questa voce è stata pubblicata in Fascismo e Resistenza. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il diario storico della IV Brigata Garibaldi

  1. Lanfranca Comollo ha detto:

    Sono Lanfranca Comollo figlia di Comollo Gustavo nome di battaglia Pietro vorrei sapere se cè nel vs archivio qualcosa di mio papà. grazie.

    • Ciao Lanfranca, si! ho diverse foto di Pietro e anche copie di documenti firmati, quando era commissario nelle brigate Garibaldi. Era stato tuo papà a darle a mio padre. Avrò cura di selezionarle e di inviartene una copia o se preferisci, organizzi una bella combriccola e venite a trovarmi

      Franco

  2. Elda Bertone ha detto:

    Ciao, sono figlia di un partigiano, mio papà si chiamava Michele Bertone, partigiano a Luserna san Giovanni, base alla cascina Garola (il comune ha posto una lapide a ricordo), nome di battaglia “TRIPAVRUDA”. Hai notizie o foto o qualsiasi cosa?
    Grazie
    Elda Bertone

  3. renato cavallari ha detto:

    ciao a tutti,
    Ho parecchie fotografie del mio Papà che è stato Partigiano in Val Susa nell’area di Borgone ecc. nella Brigata Gribaldi, mi parlava spesso del comantante Cugno e della sua fidanzata Maria Agazzi poi fucilata.
    il suo nome di battaglia era “ferrara”, al secolo Angelo Cavallari.
    Qualcuno ha notizia ulteriori?.
    Grazie e un caro saluto a tutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...